Islanda: Paginediviaggio.it
Europa

Viaggio in Islanda: 10 consigli per risparmiare

L’Islanda, la terra dei ghiacci che affascina con panorami unici e primordiali, meta che in tanti sognano di visitare. Uno degli ostacoli maggiori alla realizzazione del sogno è però il budget. L’Islanda è nota per essere uno dei paesi più cari al mondo. In realtà, spendere meno di 1.000€ per 9 giorni non è così difficile, basta solo avere un ottimo spirito di avventura e una buona dose di organizzazione. Se vorresti quindi organizzare un viaggio on the road in Islanda, scopri i 10 consigli per risparmiare e avverare il tuo sogno!

Ho deciso di raggruppare i consigli per tematica, in modo da essere il più precisa possibile.

Islanda on the road: tutte le informazioni sul veicolo da scegliere

L’affitto dell’auto o del van in Islanda sarà uno dei punti più importanti per la buon riuscita del vostro viaggio, nonché uno dei maggiori costi. La scelta deve quindi essere ben ponderata e per nulla lasciata al caso.

1. Meglio auto o van?

La scelta dipenderà molto dal vostro budget e dal vostro spirito d’avventura. L’auto è perfetta per chi vuole un viaggio più confortevole ma anche per chi ha un maggiore budget a disposizione. Le guesthouse in Islanda hanno costi davvero alti, soprattutto in determinati periodi dell’anno; i prezzi oscillano tra i 70€ ed i 300€ per una doppia spesso senza servizi privati. Qui, a quanto pare, non si usano.

Se opterete per un van, come abbiamo fatto noi, i costi si abbassano notevolmente. I campeggi infatti hanno un costo massimo di 10€ a persona a notte, un risparmio notevole insomma! Siate però certi di esser pronti a viverla con più scomodità – con una buona dose di avventura -. Vivere l’Islanda con un van significa far vita da campeggio: quindi bagni e spesso anche cucine in comune. Ma le albe ed i tramonti che vi godrete dal vostro furgoncino, e la bellezza di poter scegliere quando e dove fermarvi per la notte, vi faranno dimenticare le piccole scomodità che comporta questo mezzo.

2. 4×4: sì o no? 

Un’auto o van 4×4 è indispensabile durante i mesi più freddi dell’anno. D’estate la scelta sta a voi: non avere un 4×4 non vi precluderà quasi nulla – se non la visita a qualche faro – a meno che non abbiate intenzione di spingervi oltre la Ring Road per trekking nelle centrali lande deserte dell’isola. Ovviamente un assetto da fuoristrada vi permetterà di guidare con più tranquillitàle strade hanno davvero un asfalto pessimo, ma i costi del noleggio si alzeranno in modo esponenziale. Noi abbiamo girato tranquillamente tutta l’Islanda con un van normale e non abbiamo avuto alcun problema, abbiamo solo dovuto rallentare in alcuni punti. 

3. Quale assicurazione auto stipulare? 

Quando prenoterete il vostro mezzo potrete scegliere tra numerosi pacchetti, alcuni che includono assicurazioni apparentemente bizzarre, come quella per sabbia e ghiaia. In Islanda le strade hanno un asfalto pessimo ed è molto frequente che i veicoli vengano colpiti dalla ghiaia dei mezzi davanti. Queste pietroline causano danni alla carrozzeria e soprattutto ai cristalli. Inoltre, in alcune zone possono esserci delle tempeste di sabbia (ci sono app dedicate che le prevedono in modo da poterle evitare). Anche bucare le gomme è all’ordine del giorno. Quindi è importantissimo stipulare una copertura totale, in molti siti definita Gold, per guidare con serenità.

4. Quale compagnia di noleggio auto o van scegliere? 

Non vi darò il nome dell’agenzia di noleggio alla quale ci siamo affidati noi perché non siamo per nulla rimasti soddisfatti del servizio ricevuto. Memori della pessima esperienza, controllate molto bene le recensioni su siti terzi, soprattutto quelle di insoddisfazione. Inoltre fate attenzione al deposito necessario, in Islanda può arrivare fino a 5.000€! Controllate che la vostra carta di credito sia abilitata per questa cifra. In caso contrario, dovrete richiedere un aumento del plafond mensile direttamente alla banca. 

Nuovi amici on the road

Pasti in Islanda: ecco dove risparmiare

Altro punto importante per risparmiare in Islanda è la questione pasti. Pensate che per una cena al ristorante si spende in media dai 60€ ai 120€ a persona. Capirete che quindi, se il budget non è decisamente alto, è opportuno organizzarsi molto bene.

5. Parola d’ordine: cucinare!

Sia che scegliate il van, sia che optiate per l’auto, assicuratevi di scegliere strutture per la notte dotate di cucina (comune o privata). Quasi tutti i campeggi ne hanno una e spesso anche gli hotel con camere private dispongono di un’area cucina a disposizione per gli ospiti. 

6. Il maialino che diventerà vostro amico

No, non dovrete mangiare suino per tutta la durata del vostro viaggio. Il maialino rosa su sfondo giallo è però l’insegna iconica della catena di discount più convenienti di tutta l’isola: Bonus. Ce ne sono diversi dislocati lungo la ring road nelle cittadine più grandi, basta cercarli su Google Maps. Fate la spesa e cucinate!

7. Il piatto nazionale? L’hot-dog!

Divorate hot-dog nelle stazioni di servizio. Questo tipo di junk food è considerato un piatto nazionale dagli Islandesi e costa davvero poco, circa 2-3€. La salsa è a piacimento e quasi sempre è inclusa una spolverata di trito di cipolle fritte ed essiccate (lo so, a leggerlo non sembra molto allettante, ma il risultato non è per nulla male). Questo tips salva portafoglio mi è stato consigliato da Marika del blog Gate309.

8. Borraccia mon amour!

Portatevi una o più borracce capienti: l’acqua dei rubinetti islandesi è davvero ottima (addirittura si può bere quella che sgorga dalle cascate) e, soprattutto, è gratis! 

9. Cosa mettere in valigia?

Riempite la valigia con pasta, riso, biscotti, ecc. Per quanto alcuni alimenti costino “poco”, il prezzo è comunque più alto che in Italia: dedicate qualche kg del vostro bagaglio con viveri, non ve ne pentirete. E il portafoglio ringrazierà!

Viaggio in Islanda: ecco come trovare il volo perfetto!

10. Scegli il low cost!

Come ultimo e decimo consiglio non potevo non parlarvi di come risparmiare sul volo. Se volate dall’Italia, vi suggerisco di seguire ed iscrivervi alla newsletter di WizzAir, la compagnia low cost ungherese che da poco ha aperto la tratta diretta Milano – Reykjavik. Rispetto alle altre compagnie, guadagnerete in tempo, vista la non presenza di scalo e risparmierete un bel po’. In particolare, date un occhio alle date che vi interessano e aspettate una delle tante promo giornaliere che offrono sconti aggiuntivi. Noi, ad esempio, li abbiamo acquistati con un 20% di sconto e li abbiamo pagati solo 120€ con tanto di 1 valigia in due da 20kg!

Spero che questi 10 consigli per risparmiare nel tuo viaggio on the road in ISlanda possano esserti utili nell’organizzazione di questa meta magnifica.

Se avete domande aggiuntive, scrivetemi qui o sul mio profilo Instagram, e sarò felice di rispondervi!

Se l’Aurora Boreale è il tuo sogno, leggi il mio articolo made in Lapponia! Lo trovi qui.

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *